Mare o Montagna per le vacanze estive? Ecco i loro benefici per la salute

Mare o Montagna per le vacanze estive? Ecco i loro benefici per la salute
  • admin
  • 31 Lug 2017
  • 864
  • 0

Sia se si parte per le vacanze estive o per un semplice week-end è bene conoscere se la nostra destinazione, in base alle sue caratteristiche e al suo clima, può essere congeniale o meno alle nostre esigenze psicofisiche. Valutiamo assieme i pro e i contro delle zone di mare o di montagna.


La scelta del luogo in cui trascorrere le proprie vacanze è sempre un compito arduo. In particolare, se si soffre di malesseri o patologie particolari, è bene conoscere se quel dato posto, con il suo clima e le sue caratteristiche, può essere congeniale o meno alle nostre esigenze psicofisiche. Ogni opzione può avere i suoi pro e contro e, anche quando si parte per un week-end o per pochi giorni, possiamo provare a trarre il maggior beneficio possibile dalla nostra meta prescelta.

Molti amano il mare, altri invece preferiscono la montagna: ma quali effetti positivi o negativi possono avere queste due destinazioni sulla nostra salute? Esaminiamoli assieme.

Mare - Il clima marino, in alcuni casi, può essere molto diverso da quello in cui si vive abitualmente durante tutto l'anno, quindi bisogna acclimatarsi gradualmente, adottando delle piccole precauzione come:

- prendere il sole a piccole dosi per evitare insolazioni;
- non fare bagni non troppo prolungati e, soprattutto all'inizio, non troppo freddi per evitare squilibri alla pressione e alla respirazione;
- praticare attività sportiva moderata e graduale soprattutto se si è fuori allenamento;
- curare l'alimentazione: le funzioni gastro-intestinali tendono a rallentare, quindi è opportuno ridurre le calorie, fare attenzione alle bevande gassate e ghiacciate (appesantiscono lo stomaco) e ai cibi grassi e fritti (debilitano il fegato).

In generale, il bagno in acqua salata risulta benefico per il nostro organismo: riequilibra il sistema nervoso, rassoda i muscoli, aiuta la circolazione e la funzionalità delle articolazioni. Trascorrere del tempo al mare può avere effetti curativi su:

- chi soffre di anemia
- i rachitici
- tutti i convalescenti in genere
- i malati di cuore
- chi soffre di faringiti o riniti.

Questo clima è, invece, sconsigliato per:

- chi soffre di ulcera o nevrastenia
- chi è gravemente sofferente ai reni e al fegato,
- gli arteriosclerotici e gli epilettici.

Montagna - Anche per il clima di montagna occorre un adattamento graduale che, di solito, dura qualche giorno poiché ci si deve abituare all'aria pura e la ridotta pressione atmosferica. In più, occorre fare attenzione all'intensa irradiazione solare e valutare gli eventuali sbalzi di temperatura. In generale le alture sono caratterizzate da un clima eccitante che permette un rapido recupero delle energie, l'eliminazione delle tossine e una migliore ossigenazione dell'organismo. In montagna l’appetito aumenta quindi vi consigliamo di mangiare, oltre ai cibi proteici, quelli ricchi di amidi e zuccheri per fornire l’energia giusta ai muscoli. In più, il clima di montagna ha un effetto disidratante, quindi bisogna bere in abbondanza.

È di giovamento per:

- i tubercolotici
- chi soffre di patologie alle vie respiratorie (bronchiti croniche, pleurite)
- chi soffre di gotta,
- chi soffre di diabete e di ipertiroidismo
- i bambini nervosi, inquieti, insonn.

La montagna va evitata da:

- chi è affetto da enfisema polmonare
- chi ha malattie cardiache
- chi soffre di reumatismi.

Per qualsiasi dubbio potete rivolgervi ai nostri specialisti: presso la Farmacia Vaccarella troverete un team di professionisti che vi consiglierà al meglio e in maniera personalizzata.

Lascia un commento