Attenzione alle macchie solari: il ruolo dei farmaci nel corso dell’esposizione ai raggi UV

Attenzione alle macchie solari: il ruolo dei farmaci nel corso dell’esposizione ai raggi UV
  • admin
  • 17 Lug 2017
  • 452
  • 0

Esistono molti farmaci che mal si sposano con il sole e che rendono la pelle molto più sensibile ai danni dei raggi UV. Scopriamo assieme quali sono e come evitare l’insorgere di macchie solari e simili seccature.

Abbronzarsi in estate rappresenta un obbligo imprescindibile per molte persone.

Un po’ per vanità, un po’ per moda, si insegue il sogno della “tintarella perfetta” ma non si deve dimenticare che l’esposizione solare nasconde diverse insidie e, soprattutto, non fa bene a tutti.

Infatti chi assume determinati farmaci (sia occasionalmente che per terapie a breve o a lungo termine) può registrare diversi effetti indesiderati in seguito all’esposizione ai raggi UV come l’insorgere di macchie cutanee. Esistono, infatti, dei medicinali fotosensibili o fotosensibilizzanti che rendono la pelle particolarmente suscettibile ai danni del sole provocando un’anomala reazione cutanea. Quest’ultima si manifesta con una fotodermatosi (eruzione cutanea che può manifestarsi con macchie, arrossamenti,pruriti, eritemi o scottature) che insorge anche al minimo contatto con i raggi solari.

Per evitare tali seccature, vi indichiamo quali sono i farmaci che mal si sposano con il sole:
- Farmaci a base di ketoprofene, soprattutto cerotti e gel
- Antibiotici: chinoloni, tetracicline e sulfamidici
- Contraccettivi orali: estrogeni e progestinici
- Antistaminici : prometazina
- Cortisonici
- Antiaritmici: amiodarone, chinidina
- Antidiabetici: glibenclamide, gliclazide
- Antiacne: Isotretinoina e acitretina
- Antineoplastici
- Diuretici (in particolare diuretici tiazidici)
- Antidepressivi ed ansiolitici
- Neurolettici

Se si assumono medicinali, è sempre utile controllarne la compatibilità con i raggi solari. In caso di malattie croniche, in cui è impossibile sospendere il farmaco, l’esposizione va del tutto evitata o vanno utilizzate delle protezioni adeguate alla casistica.

Per avere maggiori informazioni sull’argomento vi aspettiamo in Farmacia Vaccarella: siamo a vostra disposizione per valutare assieme il vostro caso specifico e per darvi i consigli migliori.

Lascia un commento