Alimenti bio: quali sono quelli giusti?

Alimenti bio: quali sono quelli giusti?
  • rifraf
  • 19 Gen 2017
  • 714
  • 0

Basta entrare in un supermercato per notare intere sezioni di prodotti di cibo biologico provenienti da agricoltura biologica. Ma quali sono davvero i cibi "bio" e in cosa si differenziano da quelli "standard"?

Per cibo biologico s'intendono i prodotti ottenuti da un tipo di agricoltura che mantiene un occhio attento e rispettoso sull'intero ecosistema agricolo, non sfruttando il terreno in modo indiscriminato e non utilizzando fertilizzanti chimici.

L'agricoltura biologica, inoltre, adotta alcune pratiche nel rispetto della natura, del territorio e dei cicli stagionali, come la rotazione della colture, l'utilizzo delle risorse del luogo in cui ci si trova e il divieto di uso di OGM (organismi geneticamente modificati). Allo stesso modo, l'allevamento biologico differisce in modo sostanziale da quello "normale": gli animali vengono nutriti con alimenti naturali, pascolano in terreni non trattati con diserbanti o altri prodotti chimici e il loro benessere è estremamente importante.

La normativa UE relativa all'agricoltura biologica prevede che gli alimenti provenienti da questo tipo di agricolture e allevamenti presentino un'etichetta speciale, che renda semplice e immediata la loro riconoscibilità. Dal luglio 2010 essi riportano infatti il logo biologico UE.

Sono ormai tantissimi i prodotti bio sul mercato che coprono tutte le tipologie alimentari della giornata: dai prodotti per la colazione come biscotti, cereali, succhi di frutta, caffè e tanti altri, a quelli per il pranzo, per la merenda e per la cena.

I prodotti bio non sono né qualitativamente superiori a quelli normali né più o meno saporiti di questi ultimi: la vera differenza sta nel fatto di essere genuini e nel rispetto per la natura che incarnano e sostengono.

Buon appetito bio!

Post correlati per Tag

Lascia un commento